Rosso Conero DOC - Le Commedie

Vitigno/i: Montepulciano (85%), Sangiovese (15%)

Zona di produzione: Pendii del Monte Conero, provincia di Ancona

Vendemmia: 2012

Grado alcolico: 13% vol

Vinicazione ed affinamento: fermentazione e macerazione in vasche di cemento; affinamento per 1 anno in legno di rovere di Slavonia, in parte in botte, in parte in barrique. Successivo affinamento in bottiglia.

Caratteristiche organolettiche
Visive: colore rosso intenso con marcati riflessi violacei;
Olfattive: al naso rivela gradevoli sentori di ciliegia e piccoli frutti di bosco, con sfumature floreali di viola;
Gustative: in bocca è vellutato, morbido, equilibrato.

Abbinamenti: ottimo per accompagnare primi piatti di pasta ripiena e secondi a base di carne. Tipico ed originale l’abbinamento con lo stoccafisso.

Temperatura di servizio: 16-18°C.

Curiosità: Il Rosso Conero è un vino marchigiano che nasce dai vitigni posti esclusivamente lungo i pendii del monte Conero, nella provincia di Ancona, a ridosso del mar Adriatico.

In particolare la zona di produzione del Vino Conero comprende l’intero territorio comunale di Ancona, Offagna, Camerano, Sirolo, Numana e parte dei Comuni di Castelfidardo e Osimo.

Di questo vino ci sono pervenute alcune leggende che ripercorrono la storia di questa antica bevanda. Il racconto più datato ci parla del monte Conero come l'ultimo scoglio rimasto in superficie di Adria, una specie di Atlantide, che la storia vuole ormai totalmente sommersa nel mare Adriatico.
Troviamo traccia di questo vino già all’epoca dei monasteri Benedettini : sui documenti ritrovati i monaci parlano esplicitamente di cure fatte con del “nettare ricavato da un particolare sistema in cui venivano utilizzatele uve coltivate sul monte Conero”. Andrea Bacci, medico di Papa Sisto V, in un libro del 1596 fa un gran parlare dei vini del Conero. Riferimenti poetici più recenti li troviamo dal recanatese Giacomo Leopardi, che in alcuni suoi scritti meno conosciuti parla del vino e dell'ubriachezza e fa riferimento ai vini prodotti sulle pendici del monte Conero.

In etichetta abbiamo voluto rappresentare l’immagine del Monte Conero, stilizzato, che domina il Mare Adriatico, a ricordare il territorio di origine di questo vino: un meraviglioso ambiente caratterizzato da un microclima continuamente ravvivato dalle brezze marine e da un terreno calcareo, povero ma di grande struttura che permette ai vitigni Montepulciano e Sangiovese di esprimere una tipicità impossibile altrove.

Informazioni aggiuntive