Trentino DOC Marzemino - Le Creste

Vitigno/i: 100% Marzemino.

Zona di produzione: Vallagarina – Terreni di origine basaltica, posti a 200-300 metri slm

Vendemmia: 2013

Grado alcolico: 13% vol

Vinicazione: le uve selezionate in campo e vendemmiate manualmente a fine Settembre, vengono pigiate, diraspate e caricate in fermentini di acciaio per vinificazione in rosso.
La macerazione sulla vinaccia ha una durata di 10 giorni. La temperatura di fermentazione è di circa 25-28 °C.
Terminata la fermentazione si procede con la svinatura (separazione dalle bucce) e il vino viene travasato in vasche di acciaio dove avviene la fermentazione malo-lattica. Segue affinamento per 7 mesi in acciaio.
Imbottigliamento a freddo sotto copertura d’azoto, con filtrazione sterile su membrana a 0.45 micron.

Caratteristiche organolettiche
Visive: colore rosso rubino intenso con riflessi amaranto;
Olfattive: al naso è delicato, vinoso, armonico, con fragranze immediate di frutti di bosco e caratteristiche note di viola mammola;
Gustative: in bocca è pieno, sapido, di buona eleganza e persistenza.

Abbinamenti: l'abbinamento insuperabile del Marzemino è con la polenta di mais e funghi, ma ideale compagno di lasagne, pasta al ragù, arrosti di maiale e pollame allo spiedo.

Temperatura di servizio: 18-20°C.

Curiosità: Il Vino di Mozart, così è anche conosciuto il Marzemino. Mozart infatti ha innalzato al Marzemino, quintessenza dei piaceri della tavola, un monumento musicale, citandolo nel suo Don Giovanni: "Versa il vino, eccellente Marzemino!" . Alla corte imperiale di Vienna questo vino era considerato tra i più pregiati, stando anche alle lodi riservategli da chi come Don Giovanni, nonché il suo creatore Wolfgang Amadeus Mozart, facevano del piacere un'arte di vita. Il Marzemino è famoso anche come il vino dei dogi e degli imperatori, perchè non mancava mai sulle tavole dei nobili.
Il Marzemino è un vitigno autoctono del territorio trentino, in particolare della Vallagarina, a sud di Trento, zona costellata di vigneti e castelli, dove ha trovato il suo habitat ideale sugli scuri terreni basaltici di Isera. Qui infatti i terreni, derivati dalla degradazione di tufi e rocce basaltiche, conferiscono alle uve, e quindi al vino che ne deriva, una struttura e un bouquet del tutto eccezionali.
La leggenda narra sia stato importato in Italia da una antichissima città chiamata Merzifon, sul Mar Nero. La gente che aveva combattuto la guerra di Troia, immigrando sulle coste dell'adriatico, aveva portato con sè uno dei suoi beni più preziosi, l'uva marzemino.
Il suo colore è inconfondibile, un rosso rubino deciso che contrasta con il suo profumo sorprendentemente delicato, gentile, con fragranze immediate di frutti di bosco a bacca piccola e timbri aromatici floreali, specialmente di viola mammola, profumo di menta e toni balsamici. Il suo sapore è secco nella sua rotonda morbidezza, agile nell’armonica vellutata succosità che richiama le fragranze avvertite nell’impatto olfattivo.
Un’ opera d'arte di vinificazione dalla ricca tradizione centenaria, che Vi invitiamo a degustare e che confidiamo possa consentirvi - come a suo tempo a Don Giovanni - di brindare esclamando: "Eccellente Marzemino!".

Informazioni aggiuntive