Brunello di Montalcino DOCG - Le Commedie

Vitigno: Sangiovese Grosso

Zona di produzione: comune di Montalcino (SI)

Vendemmia: 2008

Grado alcolico: 14% vol

Affinamento: maturazione per 12 mesi in barriques di rovere francese, seguito da successivo affinamento in botti grandi di rovere per almeno 24 mesi. Completa la sua evoluzione in bottiglia.

Caratteristiche organolettiche
Visive: colore rosso intenso con riflessi granati.
Olfattive: bouquet elegante, complesso, con sentori di frutti di bosco maturi ed una leggera nota di vaniglia.
Gustative: in bocca è morbido, asciutto, profondo, con un finale lungo e persistente.

Abbinamenti: Ottimo accompagnato a piatti importanti, carni rosse alla griglia, selvaggina e formaggi stagionati.

Temperatura di servizio: Servire a 16-18°C avendo cura di travasarlo in un decanter un’ora prima.

Curiosità: Sono diverse le leggende legate alla nascita di questo vino. Una di queste narra che Carlo Magno in viaggio verso Roma, trovandosi il suo esercito decimato da un male misterioso, nottetempo ebbe un sogno in cui un angelo gli diede una ricetta miracolosa per guarire i suoi soldati, che prevedeva di mescolare il vino locale con erbe aromatiche: l’antenato del Brunello! L’attuale Brunello nacque nell’Ottocento, quando alcuni viticoltori, sotto consiglio del farmacista Clemente Biondi, individuarono il tipo di vite da cui proveniva il vino migliore: un Sangiovese dall’acino piccolo e scuro, chiamato famigliarmente Brunello o Brunellino. Oggi quel vitigno si chiama Sangiovese grosso ed è il padre di molti importanti, tra cui il Brunello di Montalcino, il Chianti, il Sangiovese di Romagna. Il riconoscimento della D.O.C.G. Brunello di Montalcino risale al 1980. La zona di produzione si limita esclusivamente al territorio del Comune di Montalcino (SI). La collina di Montalcino, essendosi formata in ere geologiche diverse, presenta caratteristiche del suolo estremamente mutevoli per costituzione e struttura. I terreni sono mediamente argillosi, ricchi di calcare, frammisti ad ampie zone tufacee, tendenzialmente magri.

Informazioni aggiuntive